NANA TCHATO AL RADUNO PRECAMPIONATO A.E. CAN D

20180824-Raduno_canD_Nana

Dal 21 agosto u.s. il nostro Frank Nana è impegnato a Sportilia nel Raduno precampionato dedicato agli Arbitri dell’organico della CAN-D, presieduto dal Responsabile Matteo Trefoloni e dalla sua commissione. Il raduno si è aperto con il benvenuto da parte della commissione a tutti i nuovi immessi che, quest’anno, rappresentano un terzo dell’intero organico. Il gruppo della CAN- D, rispetto agli altri, si caratterizza per i grandi numeri e questo rende più impegnativo il lavoro da svolgere. Tali difficoltà vengono superate grazie all’entusiasmo con cui ogni singolo membro della Commissione adempie al proprio incarico. Da quest’anno, inoltre, l’Organo Tecnico è stato implementato passando da 11 a 13 unità; nello specifico a seguire gli arbitri saranno Domenico Celi, Emilio Ostinelli, Francesco Paolo Saia e Riccardo Tozzi. Essendo un organico così vasto, le lievi differenze che si possono riscontrare, vengono appianate grazie all’intenso lavoro condotto dalla Commissione il cui ultimo fine è il raggiungimento dell’uniformità tecnica. Pertanto, di fondamentale importanza in tal senso è il lavoro di match analysis che dà la possibilità agli arbitri di confrontarsi con la Commissione e di adeguarsi alle linee guida impartite da quest’ultima. Durante il Raduno gli arbitri si sono sottoposti ai test atletici: 40 metri e YO-YO test, con risultati, nonostante le calde temperature, molto soddisfacenti; è stato svolto un allenamento di scarico ed effettuato il FIFA Test. I lavori in aula, invece, hanno previsto lo svolgimento e la correzione dei video quiz sulla gravità del fallo di giuoco e sul DOGSO. La metodologia di lavoro che è stata adottata è quella del confronto aperto. Per ciascuna clip video, l’arbitro scelto è chiamato a rispondere all’Organo Tecnico, esprimendo la propria opinione, motivandola e innescando così un interessante confronto. Altro momento importante di didattica è stato il posizionamento statico e dinamico affrontato da Domenico Celi: solo se si è in una buona posizione sul campo si ha la possibilità di vedere il fallo e di valutarlo. Per il buon esito della prestazione è necessario scendere preparati in campo conoscendo le squadre. A tal fine, in tarda serata, la Commissione ha messo a disposizione dell’intero organico una serie di tavole statistiche che prendono in considerazione l’aspetto disciplinare e tecnico delle squadre spiegate da Emilio Ostinelli. Considerando che gli arbitri si troveranno ad affrontare un campionato difficile per la presenza di diverse squadre blasonate, tale strumento risulta di fondamentale importanza. L’ultima sera gli arbitri sono stati raggiunti dal Presidente Marcello Nicchi che ha affermato che la CAN-D è l’Organo Tecnico più importante nel sistema arbitrale italiano perché giunge in un momento cruciale per la crescita tecnica e umana degli uomini e delle donne che in essa si misurano. “Ormai da tempo il Comitato Nazionale – ha spiegato Nicchi ai presenti – ha posto grande attenzione alla crescita dell’arbitro-uomo, oltre che dell’arbitro-tecnico perché ciò che fa la differenza è quell’insieme di valori, doti morali e umane.” A Frank va un grande in bocca al lupo dal Presidente Pietro Cazzorla, dal Consiglio Direttivo e da tutti gli associati.

Powered by WordPress | Designed by: NewWpThemes | Thanks to Free WordPress Themes
loading

Cookie Policy